6 domande per Andrin Schweizer

Andrin Schweizer ha studiato architettura all'ETH di Zurigo e ha fondato il suo studio di architettura circa 25 anni fa. Oggi, la Andrin Schweizer Company è un rinomato studio di architettura a Zurigo, noto per l’inconfondibile design degli spazi, che si tratti di case unifamiliari, ristoranti o alberghi. L'architetto è noto al grande pubblico grazie alla sua collaborazione con la radio e la televisione svizzera nel programma «Happy Day». Geberit ha incontrato l'architetto e gli ha chiesto del suo lavoro.

Nel suo studio viene realizzata una grande varietà di immobili. Segue uno stile in particolare? Quali criteri vengono utilizzati?

Il mio obiettivo è sempre quello di progettare spazi che abbiano un'atmosfera invitante per gli inquilini e che siano adatti all'edificio. A questo proposito, sono un contestualista convinto e cerco di sviluppare un linguaggio di architettura interna su misura per ogni progetto.

Per me è molto importante che da un singolo locale si possa percepire la storia della casa, quando è stata costruita, dove si trova geograficamente e, naturalmente, chi sono i suoi inquilini. Mi piace molto anche pensare e progettare ricorrendo a stili molto diversi.

C'è stato o c’è un progetto che le sta particolarmente a cuore? Se sì, perché?

In realtà, sono sempre quei progetti a cui stiamo lavorando attualmente. Al momento, si tratta di diversi immobili privati e di vari progetti di hotel e ristoranti. Abbiamo appena completato la complessa ristrutturazione dell'Hotel Seidenhof nel centro di Zurigo. La meravigliosa casa anni ‘20 è tornata a brillare di un nuovo splendore.

Anche in questo progetto, per noi era importante riprodurre all’interno la stessa aspettativa che questa casa creava dall'esterno. Abbiamo quindi deliberatamente giocato con elementi di design dell’epoca mantenendo sempre, tuttavia, le influenze contemporanee senza creare uno sfondo storicizzante.

Lei rappresenta Geberit Svizzera nel concorso 6x6 Design Contest. Il compito era quello di progettare un bagno con una superficie di 6m². Qual è stata la sfida maggiore?

Attivare i contenuti video Geberit

Le vostre attuali impostazioni di protezione dei dati non permettono l’utilizzo di questo contenuto. Desiderate attivare la categoria di cookie "Comfort/Analisi"? Ulteriori informazioni sono riportate nell’informativa sulla protezione dei dati.

È stato molto difficile non avere in mente degli utenti specifici. Per gli immobili privati, si sviluppa spesso una relazione molto stretta con i futuri utenti di un bagno e

abbiamo la possibilità di rispondere ai loro desideri e preferenze. D'altra parte, non ho trovato la limitazione di 6m² restrittiva. Sono abituato a progettare bagni piccoli.

Quale tendenza osserva nel settore del bagno?

Il bagno sta diventando sempre più uno spazio abitativo. Mentre per decenni ha dovuto soddisfare scopi puramente funzionali, ora è diventato uno spazio in cui passiamo molto tempo e in cui vogliamo sentirci a nostro agio. In nessun'altra stanza siamo così vulnerabili, ed è per questo che un bagno dovrebbe offrire un livello particolarmente alto di intimità e sicurezza. Una tendenza concreta è certamente quella di usare materiali diversi per i rubinetti e colori diversi per la ceramica di lavabi, vasche da bagno e WC.

Bagno dell'Hotel Seidenhof | Fonte: Sorell Hotel Seidenhof, Zurigo

Avete già provveduto ad allestire numerosi hotel. Cosa pensa sia importante quando si progetta il bagno di un hotel?

Quando si progettano i bagni di un hotel, l'attenzione non va solo sulla funzionalità ma anche sul design, che dovrebbe essere parte integrante del concetto generale di architettura interna. Il bagno di un hotel dovrebbe anticipare le abitudini della maggior parte degli ospiti ed essere pensato e progettato con cura.

Non c'è niente di più fastidioso del non trovare abbastanza superfici di appoggio, non poter appoggiare da nessuna parte il necessaire o non poter appendere l'asciugamano. È fondamentale che ci sia anche una buona luce. Gli ospiti dovrebbero avere la possibilità di scegliere diverse atmosfere di luce.

Un'altra domanda personale: come è fatto il suo bagno e cosa è importante per lei nel bagno?

Ho avuto la fortuna di avere molto spazio quando ho progettato il mio bagno. Quando abbiamo comprato la casa, c'era una spaziosa piscina coperta con accesso al giardino. Ora questo spazio viene sfruttato come camera da letto e bagno. Su quasi 100m², è stato creato un ambiente fluido con diverse zone. Nel complesso sembra quasi un'oasi di benessere.

Design del bagno di Andrin Schweizer per il concorso del design 6x6