Per offrirvi un servizio migliore e tutelare la vostra privacy, questo sito web utilizza cookies. Utilizzando il nostro sito, esprimete il vostro consenso a questa funzione. Ulteriori informazioni troverete nella nostra dichiarazione sulla protezione dei dati personali .

Ok

Progetto Nepal 2016

Il cambiamento di prospettiva è riuscito

  • Cambiamento di prospettiva 2016
  • Cambiamento di prospettiva 2016
  • Cambiamento di prospettiva 2016
  • Cambiamento di prospettiva 2016
  • Cambiamento di prospettiva 2016
  • Cambiamento di prospettiva 2016

«Abbiamo potuto immergerci completamente nel modo di vivere e lavorare dei nostri colleghi nepalesi. Quest'esperienza rimarrà impressa a lungo nei nostri ricordi!»

Il «Cambiamento di prospettiva» consente a due installatori idrosanitari svizzeri di vivere in prima persona la vita quotidiana di un installatore nepalese durante dieci giorni. Adrian Brühwiler e Armin Kellenberger, due installatori della Brühwiler Sanitär AG di Oberwangen TG, accompagneranno i loro colleghi in Nepal durante il lavoro e daranno loro man forte sul cantiere. Passeranno un paio di notti con le famiglie dei loro ospiti e acquisiranno una profonda conoscenza della cultura straniera.

Un’importanza centrale riveste la visita di un centro di formazione all’interno della Helvetas Employment Fund. Con l’esperienza della scuola professionale nepalese e una visita del paese di origine degli ospiti, aumenta la comprensione del modo in cui i loro ospiti, grazie a Helvetas e infine anche grazie al supporto di Geberit, abbiano effettuato con successo l’ingresso nella vita professionale.

Nel 2016 ha avuto luogo il viaggio pilota del cambiamento di prospettiva. Adrian Brühwiler e Armin Kellenberger, due installatori della Brühwiler Sanitär AG di Oberwangen TG, hanno viaggiato per una settimana in Nepal e sono tornati con numerose impressioni. Nella capitale Katmandu sono stati ospiti degli installatori idrosanitari nepalesi Padam Sunuwar e Bhu Bikram Angdembe. Padam è a capo di una piccola impresa di installazione. Le nozioni basilari del lavoro le ha apprese durante due corsi plurisettimanali nell'ambito dell'Helvetas Employment Fund. Ora è Bhu Bikram a imparare il lavoro da lui.

Padam vive con la moglie e la figlia in un appartamento con due camere. I due tecnici svizzeri sono ospitati nella camera con due letti, mentre la famiglia si sistema temporaneamente nell'altra stanza. Qui in un angolo si cucinano anche i pasti.

Il cantiere si trova a 20 minuti da Katmandu. «Da noi ogni installatore ha un proprio veicolo provvisto di tutto ciò che serve, qui invece si va in cantiere con i mezzi pubblici», si stupisce Armin mentre cerca di salire sull'autobus affollato. Il collega nepalese Bhu Bikram ha stipato gli attrezzi in uno zaino. Pronti, via! Durante il viaggio gli altoparlanti diffondono un'allegra musica pop nepalese.

Una volta giunti in cantiere, è chiaro da subito che ci vuole una buona dose di flessibilità: «Qui c'è molto meno coordinamento che in Svizzera. Solo sul posto si capisce quali lavori potranno essere svolti oggi», commenta Adrian. È il committente a fornire i materiali, e non sempre per tempo.

Gli installatori idrosanitari posano insieme le condotte che portano l'acqua fresca nel serbatoio sul tetto. Poiché nella regione di Katmandu non nevica spesso, non è necessario isolarle. «È molto comodo posare le condotte semplicemente lungo il muro esterno», spiega Adrian. Dal serbatoio le condotte ritornano di nuovo all'interno dell'abitazione, verso la cucina, il bagno e i WC. «Qui utilizzano ovunque condotte grandi quanto i nostri tubi di alimentazione dell'acqua per una casa unifamiliare. Per questo motivo, non c'è praticamente pressione nei rubinetti», riassume Armin.